Canone unico

Servizio attivo

Introdotto dal 1° gennaio 2021, L. 27/12/2019 riunisce le entrare relative all'occupazione di aree pubbliche e la diffusione di messaggi publicitari


A chi è rivolto

Il canone è dovuto:

dal/dalla titolare della concessione di occupazione di suolo pubblico.
Nel caso di una pluralità di occupanti di fatto, sono tutti tenuti al pagamento del canone;

dal/dalla titolare dell’autorizzazione pubblicitaria/dichiarante (se previsto).
Il canone è dovuto sia dal proprietario del mezzo che dal soggetto pubblicizzato.

In caso di occupazione o esposizione abusiva il canone è dovuto dal soggetto che effettua abusivamente l'occupazione o la diffusione dei messaggi pubblicitari e dal soggetto pubblicizzato.

Descrizione

Per effetto delle disposizioni contenute nella legge 160 del 27 dicembre 2019, articolo 1 commi da 816 a 836 a decorrere dal 2021 è istituito dai Comuni, dalle Province e dalle Città metropolitane il Canone Unico Patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria che sostituisce il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP), l’Imposta comunale sulla pubblicità (ICP) il diritto sulle pubbliche affissioni, il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari.

Tipologie di occupazioni

Distinzione in base alla durata in:

  • permanenti: l’occupazione o la diffusione di messaggi pubblicitari che si protrae per l'intero anno solare.
  • temporanee: l’occupazione o la diffusione di messaggi pubblicitari che si protrae per un periodo inferiore all’anno solare.

In relazione alla forma dei mezzi di comunicazione, la pubblicità si distingue in:

  • pubblicità ordinaria: pubblicità effettuata mediante insegne, cartelli, locandine, targhe, stendardi, apposite strutture adibite ad affissioni dirette di manifesti e simili, anche per conto altrui, o qualsiasi altro mezzo non previsto dalle successive lettere;
  • pubblicità effettuata con veicoli: pubblicità visiva, effettuata per conto proprio o altrui all’interno e all’esterno di veicoli in genere di vetture autofilotranviarie di uso pubblico o privato;
  • pubblicità effettuata con pannelli luminosi e proiezioni: pubblicità effettuata per conto altrui con insegne, pannelli od altre analoghe strutture caratterizzate dall’impiego di diodi luminosi, lampadine e simili mediante controllo elettronico, elettromeccanico o comunque programmato in modo da garantire la variabilità dei messaggi o la sua visione in forma intermittente, lampeggiante o similare, oppure di pubblicità realizzata in luoghi pubblici o aperti al pubblico attraverso diapositive, proiezioni luminose o cinematografiche effettuate su schemi o pareti riflettenti;
  • pubblicità varie: pubblicità realizzata con striscioni o altri mezzi similari che attraversano strade o piazze, di pubblicità effettuata da aeromobili mediante scritte, striscioni, disegni fumogeni, ivi compresa quella eseguita su specchi d’acqua limitrofi al territorio comunale, di pubblicità effettuata mediante persone circolanti con cartelli o altri mezzi pubblicitari, di pubblicità effettuata a mezzo di apparecchi amplificatori e simili.

Come fare

Procedura per le occupazioni

Per quanto riguarda l’occupazione temporanea il soggetto interessato deve presentare apposita domanda indirizzata al servizio di  Polizia Locale. (vedi Allegati).

Per quanto riguarda le occupazioni permanenti, la richiesta per le concessioni va presentata accedendo al Portale SUAP.

 

Procedura per le esposizioni pubblicitarie

Per quanto riguarda le esposizioni pubblicitarie temporanee  il soggetto interessato deve presentare apposita domanda indirizzata al servizio di  Polizia Locale. (vedi Allegati).

Per quanto riguarda le esposizioni pubblicitarie permanenti, la richiesta per il rilascio dell’autorizzazione va presentata accedendo al Portale SUAP.

Cosa serve

Ai fini del rilascio dell’autorizzazione o concessione va presentata apposita domanda ai sensi del vigente regolamento per l'applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria.

Cosa si ottiene

Il responsabile del procedimento, verificata la completezza e la regolarità della domanda, provvede al rilascio dell’autorizzazione o concessione ai sensi del vigente regolamento per l'applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria.

Tempi e scadenze

Occupazione permanenti o la diffusione di messaggi pubblicitari permanenti.

Per le occupazioni e per le esposizioni pubblicitarie permanenti, il pagamento del canone relativo al primo anno di autorizzazione deve essere effettuato, di norma, in un'unica soluzione, contestualmente al rilascio della concessione; per gli anni successivi il canone va corrisposto dietro comunicazione del Comune.

Occupazioni temporanee o la diffusione di messaggi pubblicitari permanenti.

Per le occupazioni e per le esposizioni pubblicitarie temporanee, il pagamento del canone deve essere effettuato, di norma, in un'unica soluzione, contestualmente al rilascio della autorizzazione.

Quanto costa

Accedi al servizio

Il conteggio del canone viene effettuato dall’ufficio secondo i tempi e le modalità indicate al paragrafo “Tempi e Scadenze”.

L’ufficio offre un servizio di sportello telefonico o in presenza per fornire assistenza e informazioni con le seguenti modalità:

Sportello telefonico
lunedì, mercoledì e venerdì dalle 09:00 alle 13:00
martedì e giovedì dalle 15:15 alle 17:45.
telefono 0717489339/0717489329.

Sportello al pubblico
l'ufficio fornisce assistenza su appuntamento il lunedì, giovedì e venerdì dalle 09:00 alle 13:00, martedì dalle 15:15 alle 17:45.

Prenota un appuntamento e presentati presso gli uffici.

Ulteriori informazioni

Il servizio delle pubbliche affissioni inteso a garantire specificatamente l'affissione di manifesti è svolto direttamente dal Comune, in appositi impianti a ciò destinati.

La prenotazione degli spazi va effettuata compilando apposita richiesta. (Vedi Allegati)

Il servizio e’ svolto nella giornata di giovedi’.

La consegna dei manifesti entro il martedi’ precedente l’uscita programmata, presso l’ufficio tributi – via matteotti n. 6 –

Condizioni di servizio

L’accesso al servizio online costituisce accettazione dei termini e delle condizioni di utilizzo del servizio.

Per la corretta compilazione della domanda e l’effettivo accesso al servizio online, il cittadino è tenuto a comunicare all’Ente:

  • i suoi dati personali. A titolo esemplificativo e non esaustivo: nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, email, numero di telefono...);
  • i dati necessari per l’erogazione del servizio, quali l'ammontare del tributo.

Nella compilazione della domanda, il cittadino è tenuto a riportare esclusivamente informazioni corrispondenti al vero.

Il cittadino ha la facoltà di scaricare e utilizzare liberamente eventuali documenti allegati alla scheda del servizio.

Per accedere al servizio online, il cittadino è tenuto a autenticarsi tramite SPID o CIE.

A tal proposito, il cittadino:

  • è responsabile del mantenimento della sicurezza del proprio account;
  • è responsabile di tutte le attività che si verificano dal suo account;
  • è tenuto a informare immediatamente l’Ente di eventuali usi non autorizzati del proprio account nonché di ogni altra violazione della sicurezza.

L’Ente:

  • non è responsabile delle perdite o dei danni derivanti dal mancato rispetto degli obblighi di sicurezza in capo al cittadino; 
  • non è responsabile di eventuali danni causati dall’accesso al servizio;
  • non è responsabile di eventuali danni causati dall’impossibilità del cittadino ad accedere al servizio.

Contatti

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 150 caratteri